New PDF release: Anonimo, Algorismus dal Cod. AD. XII. 53 della Biblioteca

By Gino Arrighi

Show description

Read or Download Anonimo, Algorismus dal Cod. AD. XII. 53 della Biblioteca Nazionale Braidense di PDF

Similar italian books

Get The Francophone Bande Dessinée (Faux Titre 265) PDF

Referred to as France’s 9th artwork, the bande dessin? e has a standing a ways surpassing that of the an identical English-language caricature. This ebook, one of many first predominantly in English at the topic, offers a radical advent to questions of BD background, context and bibliography. Theoretical concerns – together with the reception of the early proto-BD ahead of its smooth definition, techniques to the development of a BD (presented the following in BD shape by way of best artist Tanitoc), semiology and the examining of the present shape, or the specificity of the French/US (non)overlap – supplement ancient methods, reminiscent of B?

New PDF release: La preda di Bourne

Mentre Jason Bourne assiste all'assassinio di una mercante d'arte, uccisa da mercenari in Africa, un lampo attraversa l. a. sua memoria devastata: è il ricordo dell'uccisione, a Bali, di un'altra giovane donna, che gli aveva affidato un anello con un'incisione in una lingua sconosciuta. Bourne capisce che deve scoprire los angeles verità sull'anello, anche se questo potrebbe portare alla luce azioni spaventose da lui commesse in passato.

Extra resources for Anonimo, Algorismus dal Cod. AD. XII. 53 della Biblioteca Nazionale Braidense di

Sample text

E adesso potrebbe sussistere in caverne, provviste di riserve di aria e acqua. Ancora nel 1901, quindi, lo scrittore inglese Herbert George Wells poteva pubblicare I primi uomini sulla Luna,12 dove si scopre una razza di intelligenti Lunari, vagamente insettiformi e altamente specializzati, che vivono sottoterra. Ma anche questo sembra molto dubbio; secondo i calcoli, la Luna avrebbe perso aria e acqua - se mai ne ha avute - molto In fretta. Non tanto in fretta naturalmente da non permettere In vita di diverse generazioni umane; se noi avessimo vissuto sulla Luna quando aveva ancora un'atmosfera e un oceano, avremmo potuto portare a termine la nostra vita normalmente.

Negli anni Quaranta divenne possibile analizzare i raggi infrarossi provenienti da Marte per studiare il contenuto della sua atmosfera. Fu quanto fece nel 1947 l'astronomo olandese-americano Gerard Peter Kuiper (19051973), che scoprì che quel poco che c'era di atmosfera marziana era quasi tutto anidride carbonica. C'era pochissimo vapore acqueo e apparentemente niente ossigeno. Vista la temperatura di Marte, alcuni astronomi cominciarono a chiedersi se aveva acqua. Forse le calotte di ghiaccio non erano composte da acqua ghiacciata, ma da anidride carbonica ghiacciata.

Diventa semplicemente improbabile che ci sia il tempo e l'opportunità che si formi e fiorisca una forma di vita complessa, ed è comunque escluso che possa essercene una complessa abbastanza da sviluppare un'intelligenza e una civiltà tecnologica. Quindi, anche ammettendo la presenza di acqua in quantità non visibili al telescopio, possiamo al massimo ipotizzare una vita estremamente semplice. Impossibile immaginare la Luna - è sempre stata com'è ora - come sede di un'intelligenza extraterrestre.

Download PDF sample

Anonimo, Algorismus dal Cod. AD. XII. 53 della Biblioteca Nazionale Braidense di by Gino Arrighi


by Kevin
4.1

Rated 4.23 of 5 – based on 45 votes